HOME|CHI SIAMO|CATALOGO|AUTORI|APPUNTAMENTI|DISTRIBUTORI
I VERSI DEL GABBIANO
OFF-SIDE
HAMMAM
UNIVERSITAS
OZIO SAPIENTE
STIL NOVO
LADY BIRD
PICCOLA BIBLIOTECA DI TEATRO
DIARIO DI VIAGGIO
FIABE ITALIANE
LE OPERE E I GIORNI
PARTICIPIO PASSATO
FUORI COLLANA
Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter accettando le nostre condizioni sulla privacy (clicca qui)
Email
 Accetto la Privacy
Nome


SINOSSI LIBRO
BIOGRAFIA AUTORE
DICONO DI NOI
 ACQUISTA ON LINE
Albert Russo
IO, HANS, FIGLIO DI NAZISTI
Io, Hans, figlio di nazisti si iscrive nel drittofilo dei titoli precedenti. Ha approfondito la questione dell’origine e dei segreti dell’infanzia e di quelle famiglie che così sovente portano in seno una colpa mostruosa, come una cicatrice indelebile. Da dove veniamo? Da quale mistero inconfessato? Da quale amore? Da quale colpo di fulmine ineffabile? Che cos’è un percorso di vita popolato di imprevisti e di false contraddizioni? Sono tutti questi gli interrogativi febbricitanti a cui Albert Russo tenta di rispondere dandoci da leggere questo “diario” che si apre con un capitolo intitolato Fabio, la mia ossessione.

Niente, come al solito, in Russo è lineare. Ma dalla prima riga fino all’ultima la storia è da batticuore, non annoia mai, e dietro alla diversità delle culture e alle violenze umane, non solamente fisiche, c’è il mistero primordiale dell’Uomo che si rivela attraverso i desideri contradditori dei corpi e l’apparente assurdità della vita stessa.

Jean-Luc Maxence



     
  © 2018 Edizioni Libreria Croce - P.IVA 06539831005 WEBMASTER: Daniele Sorrentino