HOME|CHI SIAMO|CATALOGO|AUTORI|APPUNTAMENTI|DISTRIBUTORI
I VERSI DEL GABBIANO
OFF-SIDE
HAMMAM
UNIVERSITAS
OZIO SAPIENTE
STIL NOVO
LADY BIRD
PICCOLA BIBLIOTECA DI TEATRO
DIARIO DI VIAGGIO
FIABE ITALIANE
LE OPERE E I GIORNI
PARTICIPIO PASSATO
FUORI COLLANA
Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter accettando le nostre condizioni sulla privacy (clicca qui)
Email
 Accetto la Privacy
Nome


SINOSSI LIBRO
BIOGRAFIA AUTORE
DICONO DI NOI
 ACQUISTA ON LINE
Armando Corino
SOTTOSUOLO ETICO DI COMPASSIONE
“La compassione intesa come un uscire da se stessi, dal proprio egoismo, dalla propria “torre d’avorio”; ma anche come modo (seppure imperfetto) di consolare il dolore altrui; e come (invocazione di) giustizia, più che carità. Il Peccato Originale come mito. Il concetto di “colpa” come strumento per capire meglio la sofferenza, il mistero, l’irrazionale, il male. Guai a ridurre la sofferenza alla colpa, semmai il contrario, essendo la sofferenza un eccesso di male presente nel mondo dalla Creazione in poi.

Dio creando ha perso in qualche modo (ma per scelta) la sua onnipotenza perché ha creato qualcosa che si trova di fronte a sé (i “dii”), da qui è cominciato tutto il cammino che lo ha portato alla morte in croce (“svuotamento” kenotico del Figlio, sì, ma anche del Padre). Il problema, in fondo, è in Dio stesso, il male l’ha creato lui, noi siamo coinvolti in quanto creature. Tutti i sensi di colpa morali che ci creano sono stati fatti per rendere un po’ meno indigesto questo mistero.

Le sofferenze non servono, imbruttiscono, sono tremende, ci sono e non siamo noi che possiamo consolarle, la consolazione viene soltanto da Dio. Possiamo parlare di Dio solo rispetto a noi, cioè in quanto ci salva e in quanto non ci salva.”


     
  © 2017 Edizioni Libreria Croce - P.IVA 06539831005 WEBMASTER: Daniele Sorrentino