HOME|CHI SIAMO|CATALOGO|AUTORI|APPUNTAMENTI|DISTRIBUTORI
ELENCO AUTORI
Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter accettando le nostre condizioni sulla privacy (clicca qui)
Email
 Accetto la Privacy
Nome


REIM RICCARDO
Scrittore, regista, attore, Riccardo Reim č nato a Roma nel 1953. Esordisce giovanissimo (1972) con la pičce Ragazzo e ragazzo, per la regia di Dacia Maraini, in cui ricopre anche il ruolo di protagonista.
 
Seguono altri testi che lo vedono sempre impegnato nel duplice ruolo du autore e attore: L´uomo di sabbia (1976, regia di Tinto Brass), Bello l´amore mio che se ne andō in marina (1982, regia di Salvatore Samperi).
 
Nel 1974 ottiene un grosso successo personale interpretando Venere (testo e regia di Dacia Maraini); nel 1978 Aldo Trionfo lo sceglie come protagonista del suo Lady Edoardo - Giochi segreti dell´Edoardo II di Marlowe.
 
Nel 1980 scrive a quattro mani con il grande Copi la farsa-fumetto Tango-charter (Moizzi 1980).
 
Da metā degli anni ´80 Reim inizia decisamente a privilegiare l´attivitā registica, con sofisticate riletture (ed elaborazioni da materiali letterari) di testi spesso rari o dimenticati: Gamiani o due notti di eccessi da Musset (1984), Il frate del lasca (1986, con Giampiero Ingrassia), Carolina del peccato, ovvero una settimana di bontā, tratto dai feuilleton della Invernizio e dai romanzi-collage di Max Ernst (scritto con Aldo Trionfo, 1987), Les enfants terribles da Cocteau (1989), Zvanė, famiglia Pascoli e dintorni, da materiali vari di Giovanni Pascoli (1995), I ragazzi di via Pāl da Ferenc Molnār (1995), Tutto per amore di John Dryden (con Massimo Foschi e Francesca Benedetti, 1995), Cuore, amore e ginnastica da De Amicis (2001) e soprattutto il ´dittico´ dedicato a Victor Hugo: Lucrezia Borgia (allestito per le Panatenee Pompeiane 1993 e RAI 2, con Francesca Benedetti e Cosimo Cinieri) e I miserabili - scene di vita in villa (1996, con Philippe Leroy). L´attivitā originale di scrittura (strettamente legata a quella registica) procede in spettacoli come Frau Sacher-Masoch (1991, premio IDI), Vita, peccati e redenzione di avirginia Maria de Leyva monaca di Monza (1992), I mignotti (1997), tratto dall´omonimo libro-inchiesta curato insieme ad Antonio Veneziani (Castelvecchi 1999; poi Mare Nero 2002) che suscita un vero e proprio caso; Marquis de Sade, vierge et martyr (2004, con Pino Micol), Caminito (2005).
 
Nel 2003 č uno dei protagonisti, accanto a Carmen Maura, del film Assassini dei giorni di festa di Damiano Damiani.
 
Recentemente si č cimentato con grande successo nel campo della danza, riscrivendo per l´Ente Nazionale del Balletto Balletto di Roma il libretto dello Schiaccianoci, per la coreografia di Mario Piazza, con André De La Roche.
 
Ha pubblicato numerosi libri di saggistica, teatro e narrativa, fra cui: Tre commedie come una denuncia (Savelli, 1976), Sproloqui (Moizzi 1978), Pratiche innominabili (Mazzotta 1979, con uno scritto di Alberto Moravia), Lettere Libertine (Pellicanolibri 1983), Nero per signora (con Edoardo Sanguineti, Editori Riuniti 1986, nuova ed. 2006), L´Italia dei Misteri (Editori Riuniti 1989), Da uno spiraglio (Newton Compton 1992), I grandi romanzi gotici (Newton Compton 1993) Controcanto (Sovera 1993; poi Armando 1998), La Parigi di Zola (Editori Riuniti 2001), Il corpo della Musa (Editori Riuniti 2002), Fedora e altre amiche (Ianua 2004), I pių bei racconti d´amore dell´Ottocento italiano (Newton Compton 2003), Oscar Wilde - Manuale del perfetto impertinente (Newton Compton 2005).
 
Ha tradotto dall´inglese e dal francese opere di Stevenson, Wilde, Thackeray, Dickens, Stoker - nonchč gli americani Poe, Crane e Twain - Voltaire,  Diderot, Sade, Maupassant, Hugo, Gautier, Dumas, Zola.
 
Di recente č uscito un volume a lui dedicato, Riccardo Reim, di Daniele Bortoletti prefato da Tullio De Mauro (Coniglio 2006).
  © 2017 Edizioni Libreria Croce - P.IVA 06539831005 WEBMASTER: Daniele Sorrentino